Home

Login/Your Account

Stories News

Forum

Fan Club
Regolamento

Search

FAQ

Contact US

Recommend Us

 | Gallery  | Desktop  | Quotes  | Creative Works  | Collages  | Animated Gif  | Fan Art  | Calendar  | Video Robert & Jude  | Video Robert  | Video Jude  | Interviews  |

Twitter


 
Facebook
 
Tumblr

 
YouTube

YOUTUBE

 
Videos



Videos

 
Peace one day



PEACE ONE DAY-21 SEPTEMBER

 
Robert News: Mel Gibson, Sean Penn and Robert Downey Jr. Join Jodie Foster for Charity Poker

Mel Gibson, Sean Penn and Robert Downey Jr. Join Jodie Foster for Charity Poker

Mel Gibson, he of the secretly recorded rants, is teaming with reformed Hollywood bad boys Sean Penn and Robert Downey Jr. on a celebrity poker tournament to benefit Mending Kids International.
Joining them will be Jodie Foster, who has steered clear of well-publicized drug battles, anti-Semitic tirades and scuffles with the paparazzi in her four-decade-long career. Foster was one of Gibson's most stalwart defenders during his recent legal skirmish with ex-girlfriend Oksana Grigorieva and has teamed with the actor on films such as "Maverick" and "The Beaver." Downey Jr. also rallied to his friend's cause, most memorably in 2011 while accepting the American Cinematheque Award. During his speech he urged Hollywood to forgive Gibson.
"Allow him to pursue this art without shame," Downey Jr. said at the ceremony. The charity event, “Four Kings & An Ace,” will be held on Saturday, Dec. 1, at The London hotel in West Hollywood. Mending Kids International provides surgical care to children around the world, assisting with everything from fixing congenital heart defects to repairing orthopedic abnormalities. Legal and public relations issues aside, Gibson has been an active supporter of children's and environmental charities. Gibson has been involved with Mending Kids for many years, and, as part of a plea deal he struck in 2011 for allegedly striking Grigorieva, served 16 hours of community service with the organization. Additional celebrity guests will include Steve Guttenberg, Greg Louganis, Rick Dees and Madeleine Stowe. Fixing Kids announced there are 20 poker-playing tickets left at the event for a $10,000 ticket donation. “Spectator tickets” for non-players are available for $500 each. Sponsors for the event include Gibson's Icon Films, The London West Hollywood, The Sher Group, Morgan’s Jewelers, Variety, Marich Premium Chocolates and GrapeVine Productions.

Fonte: http://www.thewrap.com


Postato da faryedely il Giovedì, 22 novembre @ 10:00:00 CET (269 letture)
(commenti? | Robert News | Voto: 0)
Jude Interviews: Jude Law: ''A cartoon o in carne e ossa che bello sfogare il mio lato oscuro...'

Jude Law: "A cartoon o in carne e ossa che bello sfogare il mio lato oscuro..."

Il divo inglese commenta i suoi film in uscita: dal kolossal animato "Le 5 leggende", in cui è l'Uomo Nero, ad "Anna Karenina": "Il segreto del successo nel lavoro? Le mie paure. E la consapevolezza che nella vita nulla è tutta luce o tutto buio"

ROMA - Piccoli vezzi da star. Jude Law sbarca in Italia per una breve trasferta di lavoro, e prima ancora di giungere nel luogo dell'incontro con la stampa - una sala dell'hotel De Russie, a due passi da piazza del Popolo - fa sapere, attraverso i press agent, che il suo aspetto un po' trasandato è dovuto esclusivamente a esigenze di set: il divo infatti sta girando Dom Hemingway, in cui interpreta un criminale di mezza tacca che esce di prigione dopo anni. Ma quando finalmente arriva, col solito fare educato da perfetto British Gentleman e il sorriso luminoso anche se un po' esitante, si scopre che le sue preoccupazioni "estetiche" sono infondate: a parte le basette pronunciate color rossiccio, e al massimo un paio di chili in più, è lo stesso uomo affascinante che il pubblico, femminile e non solo, ama da anni. Un attore di indiscusso talento, i cui antichi tradimenti (con baby sitter) e ciclici amori (con Sienna Miller) riempiono da sempre le cronache rosa.
A portarlo qui a Roma, costringendolo a interrompere le riprese del film, è la promozione del bellissimo cartoon Dreamworks Le 5 leggende, dal 29 novembre nei nostri cinema. Una rilettura emozionante e noir dei miti infantili, con Babbo Natale che si allea con il Coniglio Pasquale, la Fatina dei denti, il generatore di neve e ghiaccio Jack Frost e il dolce Sandy che fa fare sogni d'oro ai bambini per combattere Pitch Black, ovvero l'Uomo nero. E a dare voce a questo antagonista dei "buoni" è lui, Jude. Che in questa chiacchierata si racconta a tutto campo. Dai ruoli cinematografici che preferisce ("interpretare i malvagi è decisamente più divertente"), al ruolo cruciale della paura nella sua vita professionale ("per me è un ottima motivazione"), fino al suo amore per Shakespeare: "Ma dopo aver fatto tante volte Amleto adesso mi dedicherò a Enrico V".

Dal cinema in carne ossa ai cartoni, senza mai dimenticare il teatro: quale settore del suo lavoro l'affascina di più?

"Io ho sempre adorato il cinema di animazione, anche molto prima di diventare papà. Ma reali o disegnati, la cosa che mi appassione è interpretare i personaggi oscuri. Pensiamo ai cattivi della Disney: hanno lasciato un'impronta fortissima su tante generazioni di bambini. Nel caso di Le 5 leggende, in cui ho potuto usare solo ma mia voce e non il corpo, è stato particolarmente impegnativo: anche perché la realizzazione di questo vero e proprio kolossal è durata vari anni. Ma è stato fantastico incarnare il Male puro: sfogare così il proprio lato oscuro è esilarante".

E non è l'unico caso: anche in Anna Karenina, appena uscito negli Usa e che qui in Italia arriverà nel 2013, interpreta il bad guy, il marito della protagonista Keira Knightley.

"Il paragone tra questi due ruoli è interessante. Ma è chiaro che si tratta di due sfaccettature molto diverse della malvagità. In Le 5 leggende , il film che i miei figli hanno amato di più fra tutti quelli che ho fatto finora, interpreto un cattivo molto caratterizzato: come quando entriamo in una stanza buia e ci troviamo di fronte lo Sconosciuto. La Paura con la 'p' maiuscola".

E' un'emozione che le è familiare?

"Assolutamente sì. Per me la paura ha un lato molto positivo, mi fornisce una spinta forte che spesso mi risulta utile nel lavoro: mi piace assumermi dei rischi, rispondere a sfide di cui non esperienza. In generale, nello scegliere i copioni, cerco sempre cose che non ho già fatto prima, anche dal punto della caratterizzazione fisica. Gli altri elementi che influiscono sulle mie scelte professionali sono la possibilità di lavorare con un regista che mi stimola e, perché no?, una bella location".

Torniamo invece ad Anna Karenina...


"Lì incarno appunto il marito, Karenin, un personaggio molto indeterminato. Ufficialmente è il cattivo, certo, che nella lettura tradizionale si contrappone ai due amanti buoni. Ma io per interpretarlo mi sono rifatto all'interpretazione che ne aveva già dato Tom Stoppard: la sua non è semplice melvagità, ma qualcosa di più complesso. Mi sono rifatto a quella che per me è la vera chiave di lettura del libro, la stessa della nostra vita: un misto di alti e bassi, di buio e luce. Non è mai tutto bianco o tutto nero".

Ci parli anche di Dom Hemingway, il suo personaggio che dà il titolo al film diretto da Richard Shepard che sta girando adesso.

"E' un furfantello, uno che voleva essere un criminale e che ha passato molto tempo in carcere, per non aver spifferato nulla a proposito di una rapina. Quando dopo 12 anni esce di prigione, è molto cambiato. E si rende conto che la cosa più importante è recuperare il rapporto con la figlia".

Un ruolo dimesso e sottotono per un divo affascinante, sempre alla ribalta mediatica...

"Ma tutti noi passiamo dei periodi in cui ci sentiamo incompresi, o dimenticati. Ovviamente anch'io".

Essere una star hollywoodiana genera molta ansia da prestazione?

"Ho imparato molto che bisogna controllare il proprio istinto competivivo: se mi metti a gareggiare perdi. A diciotto anni vivevo con due aspiranti attori come me, Ewan McGregor e Johnny Lee Miller, spesso andavamo a fare gli stessi privini; poi ho capito che gareggiare sugli altri è sbagliato. Perché se non ti prendono per un ruolo magari non è perché non sei bravo, ma perché sei un tipo diverso da quello che cercavano".

E adesso tornerà in palcoscenico?

"Sì, a Londra, sempre cimentandomi con Shakespeare. Ma dopo aver recitato in tantissime repliche di Amleto mi sono stufato di lui: stavolta toccherà all'Enrico V. Il debutto è previsto per il prossimo autunno". Intanto, lo vedremo presto anche in Side effects di Steven Soderbergh: divo e pure stakanovista.

Fonte: http://www.repubblica.it


Postato da faryedely il Giovedì, 22 novembre @ 09:52:17 CET (270 letture)
(commenti? | Jude Interviews | Voto: 0)
Robert & Jude Images: Photoshoot Robert & Jude



Guarda le foto nella gallery: Robert & Jude Photoshoots-Servizio Fotografico


Postato da faryedely il Mercoledì, 21 novembre @ 15:30:33 CET (207 letture)
(commenti? | Robert & Jude Images | Voto: 0)
Jude Images: Dom Hemingway - Foto dal set 20 novembre 2012

Dom Hemingway - Foto dal set 20 novembre 2012




Guarda le foto nel forum: Foto dal set Dom Hemingway: 20/11/2012


Postato da faryedely il Mercoledì, 21 novembre @ 15:07:30 CET (139 letture)
(commenti? | Jude Images | Voto: 0)
Jude News: Jude Law e Michael Gambon to be a Onorato BIFA

Jude Law & Michael Gambon To Be Honoured At BIFAs
Actors will be present at the 15th Moët British Independent Film Awards.


Jude Law and Sir Michael Gambon are to be honoured at the 15th Moët British Independent Film Awards. Both actors will be present at this year's BIFAs, to be held at Old Billingsgate on Sunday 9th December, where Gambon will receive the Richard Harris Award and Law the Variety Award. Previous winners of the Richard Harris Award, which recognises outstanding contribution to British film by an actor, include John Hurt, David Thewlis, Bob Hoskins, Jim Broadbent, Daniel Day-Lewis, Helena Bonham Carter and Ralph Fiennes. This year's award has added poignancy, as Gambon filled the role of Dumbledore in the Harry Potter franchise after Harris' death in 2002. Law's Variety Award recognises an actor, director, writer or producer who has helped to focus the international spotlight on the UK. Previous recipients include Kenneth Branagh, Liam Neeson, Sir Michael Caine, Daniel Craig, Dame Helen Mirren and Richard Curtis.

Fonte: http://www.thisisfakediy.co.uk


Postato da faryedely il Mercoledì, 21 novembre @ 13:02:46 CET (162 letture)
(commenti? | Jude News | Voto: 0)
Robert News: Pinocchio

Jane Goldman writing "Pinocchio", possibly for Tim Burton and Robert Downey Jr.

When Tim Burton and Robert Downey Jr. consistently express interest in a movie, particularly one with a recognizable, easy-to-sell title like, say, Pinocchio, you can bet that a studio will put some work into getting the duo to actually make said movie. In the case of Pinocchio, that involves hiring Jane Goldman to rewrite the script according to their specifications.
Goldman is probably best known for her collaborations with director Matthew Vaughn, Kick-Ass, X-Men: First Class, and Stardust. The duo also wrote the screenplay for last year's The Debt, while Goldman wrote The Woman in Black solo, based on the novel by Susan Hill.
Now, according to THR's Heat Vision, she's in negotiations with Warner Bros. to write a new live-action Pinocchio. Bryan Fuller, creator of the short-lived but great series Pushing Daisies, as well as the upcoming Hannibal, wrote the first draft of the screenplay, and presumably Goldman will be using his work as a springboard.
Based on the known and loved Carlo Collodi children's tale most famously animated by Disney, the film would have Downey Jr. playing Gepetto, who of course creates the title character. The story would follow Gepetto's efforts to find his wooden son when Pinocchio goes off on the adventure with which we're all familiar.
Though Burton and Downey Jr. have both been toying with the film for some time, neither the director nor the actor are in any way officially attached to Pinocchio. Apparently, hiring Goldman to write is meant as a means of locking both famous names into the film, since she's known as an exceedingly collaborative writer. Since Iron Man, Downey Jr. has been particularly keen on having input on the story of movies in which he appears, and one of Goldman's primary goals on the picture will be to address his notes.
So. If things go Warner Bros.' way, we might be seeing a Robert Downey Jr. as Gepetto in a Pinocchio movie directed by Tim Burton from a script by Jane Goldman and Bryan Fuller. If it happens, you can bet your ass Pinocchio will be 3D. Never too early to pick up some Rogue 3D Eyewear, right? Right?

Fonte: http://www.iamrogue.com


Postato da faryedely il Venerdì, 16 novembre @ 06:29:55 CET (245 letture)
(commenti? | Robert News | Voto: 0)
Jude Video: Rise of the guardian Jude Law doppia Pitch







Guarda tutti i Video: Jude Law - Movie Production


Postato da faryedely il Giovedì, 15 novembre @ 15:06:36 CET (294 letture)
(commenti? | Jude Video | Voto: 0)
Jude Images: Dom Hemingway - Foto dal set 15 novembre 2012

Dom Hemingway - Foto dal set 15 novembre 2012




Guarda le foto nel forum: Foto dal set Dom Hemingway: 15/11/2012


Postato da faryedely il Giovedì, 15 novembre @ 13:43:28 CET (179 letture)
(commenti? | Jude Images | Voto: 0)
Jude Interviews: Jude Law: I'm no womanizer

Jude Law: I'm no womanizer

Jude Law claims he is "misunderstood" when it comes to his love life.
The British actor has had relationships with famous faces including Sienna Miller, Sadie Frost and Ruth Wilson. He finds it frustrating when people see him as a womaniser, and insists he is a loving and committed partner.
"No," he told the German edition of Cosmopolitan when asked if he is a ladies' man. "Most of the time I stay in long relationships. I'm a loyal soul. That's why terms like womaniser or sex symbol don't fit with me - that only shows that I'm completely misunderstood."
The 39-year-old hunk went on to gives his views on falling in love. Jude is adamant that you can't force people to have deep feelings, believing that you can't control who you fall for.
"No, that's a decision of heart," he replied when asked if people can choose who they love. "What I mean by saying that is that throughout my life I learnt not to confuse lust with love."
Jude also spoke about his gregarious personality.
The star has a wide group of friends and was raised to understand the importance of being kind and considerate to others.
"I'm really sociable. Having respect for others is important to me," he added. "My father always used to say, 'Be aware that there are always better people and worse people than you are around you.' I think that's a wonderful idea."
© Cover Media

Fonte: http://www.belfasttelegraph.co.uk


Postato da faryedely il Giovedì, 15 novembre @ 07:26:44 CET (207 letture)
(commenti? | Jude Interviews | Voto: 0)
Robert News: Jack Nicholson sarà il padre di Robert Downey Jr. per The Judge?

Jack Nicholson sarà il padre di Robert Downey Jr. per The Judge?

Secondo The Hollywood Reporter la Warner Bros. starebbe facendo opera di convincimento nei confronti di Jack Nicholson affinché entri a far parte del cast di The Judge, film giudiziario diretto da David Dobkin in cui dovrebbe essere il padre di Robert Downey jr.

Be’ non sarebbe assolutamente male vedere Jack Nicholson e Robert Downey Jr. come coppia di padre e figlio… L’occasione per goderseli interpretare questi ruoli potrebbe arrivare con il film The Judge. Ossia un progetto di cui si era iniziato a parlare più di un anno fa, una sorta di film drammatico/legal thriller la cui sceneggiatura era stata inizialmente firmata da Nick Schenk (quello di Gran Torino) e poi riaffidata a Bill Dubuque. Ma soprattutto il film che aveva come “star trainante” proprio Robert Downey Jr. sia in qualità di attore che di produttore (insieme alla moglie Susan a alla Warner Bros). Ebbene, sembra ora che la Warner abbia contattato Jack Nicholson per convincerlo a entrare nel cast nei panni, appunto, del padre di Robert Downey Jr.. La storia segue infatti le vicende di un affermato e lanciato avvocato (interpretato dallo stesso Downey Jr.) che deve far ritorno al proprio paesino natale per il funerale della madre. Lì dovrà fare i conti anche con un padre (un giudice malato di Alzheimer, che dovrebbe essere Nicholson) che ha sempre cercato di evitare ma che ora si trova costretto a difendere in tribunale a fronte di un’accusa di omicidio. Alla regia troviamo David Dobkin (già regista di Cambio Vita). Come sapete, negli ultimi 10 anni, Jack Nicholson si è visto sempre meno sui grandi schermi e ha centellinato sempre più le sue partecipazioni a produzioni cinematografiche. Che sia questa la volta buona per rivederlo? Vi terremo aggiornati.

Fonte: http://blog.screenweek.it


Postato da faryedely il Mercoledì, 14 novembre @ 18:56:48 CET (160 letture)
(commenti? | Robert News | Voto: 0)

IMPORTANTE: Inserendo Messaggi in Bacheca o Commenti Accetti automaticamente il Regolamento!

robertdowneyjrandjudelaw.altervista.org è un fansite amatoriale senza fini di lucro. Non si intende violare alcun copyright.
Tutti i copyright e trademark (immagini, video...) appartengono ai legittimi proprietari.

È vietato copiare il contenuto del sito senza citarne le Fonti. Per qualsiasi problema leggi le FAQ o contattaci!

Developed by: fary ed ely

 
Pubblicità video


Web site powered by PHP-Nuke Versione WL-Nuke a cura di Weblord.it

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2007 by me.
You can syndicate our news using the file backend.php or ultramode.txt
Engine PHP-Nuke - Powered by WL-Nuke
Generazione pagina: 0.02 Secondi

:: subBlack phpbb2 style by spectre :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::